Gli orsi polari si adattano al cambiamento climatico

La scoperta è sensazionale, una popolazione di orsi dove non dovrebbero esserci.

A quanto pare questi animali si stanno adattando molto velocemente al cambiamento climatico.

Una popolazione segreta di orsi polari è stata scoperta in Groenlandia, in un habitat apparentemente impossibile data la mancanza di piattaforme galleggianti di ghiaccio marino che gli animali usano per cacciare. L’insolito gruppo, che gli scienziati in precedenza pensavano facesse parte di un’altra popolazione vicina, si è nascosto in bella vista per tantissimo tempo. Gli orsi vivono sui ripidi pendii intorno ai fiordi – lunghe e strette insenature costiere, dove i ghiacciai incontrano l’oceano – e cacciano su una di ghiaccio glaciale che si rompe in queste insenature.

La nuova scoperta suggerisce che alcuni orsi polari almeno, potrebbero essere in grado di adattarsi al ghiaccio marino che scompare con il peggioramento dei cambiamenti climatici. “Il ghiaccio glaciale può aiutare un piccolo numero di orsi polari a sopravvivere per periodi più lunghi sotto il riscaldamento climatico, ma non è disponibile per la stragrande maggioranza degli orsi polari”, ha detto la ricercatrice Kristin Laidre, scienziata della fauna selvatica presso il Polar Science Center dell’Università di Washington.

Fino a poco tempo fa, gli scienziati avevano identificato 19 sottopopolazioni conosciute di orsi polari (Ursus maritimus) che vivevano nel Circolo polare artico. Una di queste popolazioni si estende su un tratto di 1.988 miglia (3.200 chilometri) della costa orientale della Groenlandia. Ma quando i ricercatori hanno dato un’occhiata dettagliata a questo gruppo per monitorare il loro numero, si sono resi conto che gli orsi in realtà comprendevano due popolazioni completamente separate.

La nuova popolazione sud-orientale presenta 300 individui, anche se determinare un numero esatto è difficile. Il nuovo gruppo è il più geneticamente diversificato di tutte le 20 popolazioni nell’Artico e i confronti genetici suggeriscono che sono stati isolati dalla popolazione nord-orientale per circa 200 anni. ”Presentiamo le prime prove di un gruppo geneticamente distinto e funzionalmente isolato di orsi polari nel sud-est della Groenlandia, che soddisfano i criteri per il riconoscimento come la 20a sottopopolazione mondiale di orsi polari”, hanno scritto i ricercatori nel loro nuovo studio.

Fonte articolo: https://www.scienzenotizie.it/

SCEGLI LA CATEGORIA