METEO, seconda decade di marzo inizia ancora con seccume e venti nord. Imminente calo termico.

Tra domenica e le prime ore di martedì il passaggio di una ondulazione del vortice polare, con al suo interno aria più fredda, sarà la causa di un deciso calo delle temperature, venti sostenuti e nevicate sulle Alpi di confine.

Le temperature a circa 1500 m caleranno di circa 11°C, mentre al piano verrà riscaldata dalla compressione in discesa dalle Alpi.

Si ritorna cosi al pattern che ha caratterizzato tutto l’inverno con queste frequenti sventagliate da nord, almeno fino a metà mese. Le temperature fino al 15 del mese rimarranno sotto la media del periodo, poi inizieranno a salire.

Le piogge cadute tra il 5 e il 7 del mese, punte di 50 mm nel Verbano, serviranno a poco per colmare un deficit idrico importante con il livello dei laghi ai minimi storici. Con quello ci aspetta nei prossimi 6-7 giorni, nessuna precipitazione e venti da nord, neve sulle Alpi di confine, la situazione non può che peggiorare. Non resta che sperare nella seconda parte della seconda decade.

Luca

Ciao!! Sono il fondatore dell'associazione MeteoLiveVco, questo è il mio sito con il quale la ospito. Spero ti piaccia e buona navigazione. Conoscere il proprio clima rende civilmente più responsabili.