Cerchi nel ghiaccio al Lago delle Fate.

Cerchi nel ghiaccio, cosa sono e come si formano?

In questi giorni dopo la glaciazione degli ultimi giorni del lago delle fate in Val Quarazza, tramite la nostra webcam, abbiamo notato che sulla superficie si formano dei buchi, contornati da aloni. Nei primi giorni di gelo si sono notati anche dei cerchi, poi con le nevicate il ghiaccio superficiale è stato ricoperto e successivamente si sono formati questi cerchi nel ghiaccio:

cerchi nel ghiaccio
Prima superficiale glaciazione il 4 gennaio 2016. Piccoli cerchi nel lago.




Ma come si formano? tanti casi e tante ipotesi.

Alcuni di voi nelle loro vita avranno sicuramente notato, magari dal fondo sabbioso di un lago, delle bollicine che fuoriescono e risalgono in superficie, creano anche nella sabbia dei piccolissimi “vulcani”. Queste piccole bollicine  salendo riscaldano la superficie dell’acqua rendendola veno avvezza al congelamento, le temperature non eccessivamente fredde hanno inizialmente permesso questo fenomeno. Il giorno 5 un abbassamento delle temperature e nevicate più consistenti ricoprono quasi interamente il lago, ma rimangono e si trasformano i cerchi nel ghiaccio. Probabilmente dove prima le bollicine riuscivano a non far gelare il ghiaccio ora si spostano tutte scorrendo sotto la superficie gelata in altri buchi:

cerchi nel ghiaccio
Moderate nevicate ricoprono quasi interamente il lago, si formano grosse forme semicircolari.

Il giorno 6 gennaio è una bella giornata e intorno ai buchi nel ghiaccio si sono formati degli aloni di forma circolare:

cerchi nel ghiaccio
Aloni intorno ai buchi nel ghiaccio.

Il giorno 7 gennaio riprende a nevicare, i cerchi nel ghiaccio iniziano a resistere quelli che probabilmente sono i più riforniti di bollicine che ne tengono la temperatura sopra la soglia del congelamento:

cerchi nel ghiaccio
Altra neve il 7 gennaio, resistono i cerchi più alimentati.

Il giorno 8 assistiamo ad un nuovo fenomeno. I buchi nel ghiaccio sembrerebbe si trasformino e da cerchi prendono una forma a “stella”. Ma come è possibile?:

cerchi nel ghiaccio
I buchi nel ghiaccio diventa a forma di stella.

Il giorno 9 la neve superficiale si trasforma in ghiaccio, si notano piccoli cerchi di tutte le altre piccole sorgenti sul fondo che non sono più riuscite a non far gelare l’acqua, gli aloni circolari intorno al buco più grande sempre a forma di stella:

cerchi nel ghiaccio

Altri casi di cerchi nel ghiaccio sono stati osservati in tutto il mondo, questa è la nostra ipotesi ma se vuoi leggerne altre ti consiglio la lettura di questo articolo: https://psicosi2012.wordpress.com/2013/03/27/cerchi-nel-ghiaccio-quello-che-ancora-mancava/




Luca

Ciao!! Sono il fondatore dell'associazione MeteoLiveVco, questo è il mio sito con il quale la ospito. Spero ti piaccia e buona navigazione. Conoscere il proprio clima rende civilmente più responsabili.