Valanghe: le dieci false credenze che ti possono fregare

E’ inverno e capita spesso di sentire parlare di valanghe o slavine. Alla TV, al bar, in seggiovia se ne sentono di cotte e di crude. Tutti sanno tutto o almeno pensano di saperlo! Tante persone fanno grandi discorsi con pochi dubbi dispensando regole certe e schematiche! Siamo un po’ tutti allenatori di calcio si sa… La montagna invernale con la sua complessità e la sua imprevedibilità invece non guarda in faccia nessuno e ogni anno mischia le carte in gioco infischiandosene alla grande di preconcetti e di false credenze.

Neve e valanghe? Più si sa e più si comprende di non sapere! Questo è il mio personale pensiero su questo argomento! Ma vediamo di analizzare insieme alcune false credenze così tanto dure a morire.

 

Le dieci false credenze più diffuse su neve e valanghe

  1. Fa molto freddo e quindi non si corre alcun pericolo.
  2. Inverno con poca neve uguale pericolo di valanghe minore.
  3. Gli incidenti da valanga succedono soprattutto quando il bollettino valanghe prevede un grado di pericolo forte(4) o molto forte (5).
  4. Al di sotto del limite del bosco non vi è pericolo di valanghe
  5. Al di sotto del limite del bosco non vi è pericolo di valanghe
  6. Un pendio è già tracciato. La neve tiene, terrà anche il mio passaggio.
  7. E’ mattino presto e non si rischia.
  8. Le valanghe si staccano spontaneamente in modo casuale.
  9. Asperità del terreno trattengono il manto nevoso.
  10. Dopo la nevicata sono passati 3-4 gg. La neve si è assestata.

Se vuoi sapere se queste dieci credenze siano vere o false ti invito a leggere tutto l’articolo sul blog di:

Luca

Ciao!! Sono il fondatore dell'associazione MeteoLiveVco, questo è il mio sito con il quale la ospito. Spero ti piaccia e buona navigazione. Conoscere il proprio clima rende civilmente più responsabili.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: