Rifugio Zamboni-Zappa, la neve a terra al 1° maggio dal 2008.

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Climatologia
  • Tempo di lettura:2 minuti di lettura

Mentre altre nevicate stanno interessando in questo inizio di maggio 2017 le Alpi Lepontine e Pennine sono in molti a chiederesi  quanto sia normale questa situazione climatica. Ed è proprio la climatologia che ci fornisce le risposte esatte.

Questa tabella raffigura la neve a terra al 1° di maggio, dal 2008 al 2017. I dati provengono dalla stazione meteorologica Arpa Piemonte SMA (stazione meteorologica automatica) e dal 2008 rileva tramite sensore diversi parametri nivologici. Sono solo 10 anni, per avere un quadro significativo sulla nivosità della zona ne occorrono altri 20, almeno cosi dice l’OMM (organizzazione mondiale meteorologica).

Di questi 10 anni abbiamo comunque degli spunti interessanti, per esempio nel 2009 c’erano ben 4 metri e 22 centimetri, fatto sicuramente eccezionale per il decennio, probabilmente per tutti gli anni 2000 ma non possiamo sapere quanto lo sia in generale. Chi sa quante volte è capitato nei secoli antecedenti?

Altro spunto la media, in questi 10 anni mediamente al 1° di maggio ci sono a terra 199 cm, 2017 perfettamente in media, volendo escludere l’eccezione 2009 la media sarebbe di 168 cm.

La climatologia decreta la perfetta normalità degli eventi in corso… 😛 

Mi piace

Luca

Ciao sono Luca e questo è il mio sito nel quale pubblico i miei progetti e ospito l'Associazione Meteo Live VCO, spero ti piaccia e buona navigazione.

Lascia un commento

sedici − sei =