Progetto “Ghiaccio Vivo”, riprendono le colate detritiche da Punta Tre Amici, non si arrestano da dicembre 2015.

22 maggio 2018 iniziano le prime colate detritiche.
Dalla parete est del Monte Rosa riprendono le colate detritiche da Punta tre Amici. Rifugio Zamboni, apertura e bandiera issata.

La frana da Punta Tre Amici.

Bacino glaciale del Belvedere, fonte SMI.

Era il 16 dicembre 2015, quando la roccia si sgretola e finisce in prossimità del Lago delle Locce, nel bacino del Ghiacciaio Settentrionale delle Locce. Da allora, grazie al monitoraggio con una webcam installata presso il Rifugio Zamboni, la zona è costantemente osservata.

Un periodo cosi lungo di inattività non si era ancora visto, gli anni 2016 e 2017 seguenti al crollo, non hanno visto sosta di  colate detritiche, chiamate in inglese Debris flow. L’ultima frana di rilievo il 21 ottobre 2017.

I primi segnali con piccole colate sono iniziati al 22 di maggio, immagine sopra, ma è solo negli ultimi giorni che l’attività è aumentata probabilmente causata dalla fusione della neve. Immagine sotto le colate oggi, si notano i due principali flussi di detrito:

Video time-lapse di una colata:

Riapre il Rifugio Zamboni.

Non senza difficoltà riapre, vista la ancora molta neve, per la stagione estiva, bandiera nuova issata:

Luca

Ciao!! Sono il fondatore dell'associazione MeteoLiveVco, questo è il mio sito con il quale la ospito. Spero ti piaccia e buona navigazione. Conoscere il proprio clima rende civilmente più responsabili.