Home > Scienze > Sistema Solare: confermata la scoperta di Farfarout, il pianeta oltre Nettuno
Scienze

Sistema Solare: confermata la scoperta di Farfarout, il pianeta oltre Nettuno

2018 AG37 il planetoide ha un’orbita molto allungata che lo porta a 175 UA (unità astronomiche) nel punto più distante, e all’interno dell’orbita di Nettuno, a circa 27 UA, nel punto più vicino al Sole.

Individuato per la prima volta nel 2018 grazie al telescopio Subaru di Maunakea alle Hawaii, 2018 AG37 è un planetoide che completa un giro completo intorno al Sole in circa 1.000 anni, attraversando ogni volta l’orbita di Nettuno. Ciò significa che probabilmente ha sperimentato forti interazioni gravitazionali con il gigante di ghiaccio durante l’evoluzione del Sistema Solare, ed è il motivo per cui ha un’orbita così ampia ed allungata. “Una singola orbita di Farfarout intorno al Sole richiede un millennio“, ha dichiarato David Tholen, astronomo dell’Istituto di astronomia presso l’Università delle Hawaii. “A causa del suo lungo orbitale, il corpo celeste si muove molto lentamente nel cielo, richiedendo diversi anni di osservazioni per determinarne con precisione la traiettoria.”

2018 AG37 presenta, inoltre, un diametro di soli 400 chilometri ed una superficie di ghiaccio. “La scoperta di Farfarout mostra la nostra crescente capacità di mappare il Sistema Solare esterno e osservare sempre più lontano“, ha spiegato Scott S. Sheppard, astronomo presso la Carnegie Institution for Science. “Solo con i progressi negli ultimi anni delle fotocamere digitali installate su telescopi molto grandi e potenti è stato possibile scoprire in modo efficiente oggetti molto distanti come Farfarout“. Ma il piccolo corpo celeste potrebbe rappresentare solo la ”punta dell’iceberg” degli oggetti presenti all’esterno del Sistema Solare e non ancora scoperti. Poiché Nettuno interagisce fortemente con AG37 2018, l’orbita e il movimento del planetoide non possono essere usati per determinare l’eventuale presenza di un altro pianeta massiccio, il cosiddetto Pianeta Nove. “Le dinamiche orbitali di Farfarout – spiegano gli esperti – possono aiutarci a capire come si è formato ed evoluto Nettuno, poiché Farfarout è stato probabilmente sospinto fuori dal Sistema Solare esterno avvicinandosi eccessivo proprio al gigante di ghiaccio“, ha spiegato Chad Trujillo, astronomo del Dipartimento di Astronomia e Planetary Science presso la Northern Arizona University.

Temperature VCO e dintorni