Home > Climatologia > Monte Rosa, ghiacciai in sofferenza sulla strada dell’estinzione.
Climatologia

Monte Rosa, ghiacciai in sofferenza sulla strada dell’estinzione.

Situazione drammatica sulla parete nord orientale del Monte Rosa.

Ghiacciai senza quasi più neve da accumulo per la formazione del nuovo ghiaccio.

Monte Rosa

Il surriscaldamento globale avanza mietendo  record su record e le notizie di forte fusione di ghiacciai dal Canada al sud America alle Alpi e sul Monte Rosa circolano sempre più frequentemente.

E’ sufficiente guardare come si è ridotta la parete nord orientale del Monte Rosa a Macugnaga dopo un luglio caldissimo per rendersi conto di come si è trasformato da un anno all’altro. In molte zone la neve accumulata nelle stagioni autunnali invernali e primaverili, sia in parete che nei bacini di accumulo dove ne inizia la trasformazione in ghiaccio, è praticamente quasi tutta fusa, il ghiacciaio della Nordend sembrerebbe, la prospettiva potrebbe ingannare a giorni faremo un sopralluogo, non avere più alimentazione dai bacini di accumuli ed essere un ghiacciaio isolato. Il ghiacciaio del Belvedere nella zona dei grandi seracchi ricoperto da grandi masse detritiche invece che da masse di ghiaccio in discesa dalla parete.

Una situazione in un certo verso drammatica sul Monte Rosa e non solo, di questo passo porterà inequivocabilmente all’estinzione di molti ghiacciai del giro di pochi decenni.

Visita la webcam Monte Rosa ghiacciaio Belvedere del progetto MeteoLiveVco “Ghiaccio Vivo”:

https://www.meteolivevco.it/webcam-monte-rosa-ghiacciaio-belvedere/

 

Temperature VCO e dintorni

Precipitazioni in Piemonte