Il riscaldamento globale intacca il permafrost sulle Alpi e quote sempre maggiori.

La forte ondata di caldo dei giorni scorsi intacca il permafrost a quote sempre maggiori. Rischio di nuovi crolli dalla parete est del Monte Rosa.

Dalle nuove immagini che arrivano dal Belvedere notiamo come la forte ondata di caldo abbia fuso il ghiaccio intrappolato nella roccia, il permafrost. L’acqua rilasciata satura la roccia rendendola instabile e formando colate detritiche, dette debris-flow. Le pareti in questione potrebbero divenire ancora più instabili e potrebbero esserci crolli più importanti.

L’immagine sopra è di oggi 6 agosto 2017, questa sotto di un anno fa, si nota facilmente come allora questa colate a quelle quote non erano presenti:





Luca SERGIO

Ciao!! Sono il fondatore dell'associazione MeteoLiveVco, questo è il mio sito con il quale la ospito. Spero ti piaccia e buona navigazione. Conoscere il proprio clima ci rende civilmente più responsabili.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *